Si chiude un weekend intenso di appuntamenti e soddisfazioni per la Scuderia Vesuvio.

Il sodalizio partenopeo infatti ha visto numerosi suoi alfieri disimpegnarsi al meglio nei tantissimi appuntamenti in programma in tutta la Penisola.

La cronoscalata "XXXI Pedavena - Croce d'Aune" ha deciso il CIVM, che alla fine del lungo duello tra il trentino Merli e Simone Faggioli, ha visto quest'ultimo confermarsi vincitore assoluto.

Per la Scuderia Vesuvio le soddisfazioni sono arrivate dalla classe 1600 del gruppo E1 Italia, dove il portacolori Emilio Galiani a bordo della sua Renault Clio Rs ha chiuso la gara bellunese al terzo posto, che gli ha dato la certezza di laurearsi campione italiano della sua classe di appartenenza e di chiudere al terzo posto assoluto del gruppo E1.

Altra grande soddisfazione di giornata per la Scuderia Vesuvio arrivava dalla "7^ Cellara - Colle d'Ascione". Nella cronoscalata calabrese, vinta da Carmelo Scaramozzino, chiudeva al secondo posto assoluto grazie ad un'ottima prestazione l'ingegnere Antonino Iaria, sempre velocissimo a bordo della sua Osella PA20 BMW.

Nel weekend del 28-29 settembre vi era in programma anche la "34^ Coppa del Chianti Classico", gara valida come Campionato Italiano ed Europeo riservato alle auto storiche.

Ottima la prestazione di Riccardo Carafa, che con i colori Scuderia Vesuvio, alla guida della sua Alfa Romeo Gt 1.300 ha chiuso al secondo posto di classe

La Scuderia Vesuvio era presentate anche alla tappa veneta del Campionato Italiano Slalom, infatti al "6° Slalom Città di Bolca" il portacolori Luigi Padovano ha conquistato un ottimo 10 posto assoluto, a bordo della sua Renault 5 GT Turbo, ma è stato incredibilmente omesso dalla classifica per aver ricevuto una sanzione dai commissari di gara.

Oltre allo slalom di Bolca, in programma c'era anche il "2° Slalom Città di Pignola" (Pz), al quale la Scuderia Vesuvio era presente grazie all'alfiere Giulio Panico, che ha chiuso la sfida potentina in 7^ posizione assoluta.